Utenti online

Abbiamo 14 visitatori e nessun utente online

di Ermanno Pasolini
Presenti il nuovo sindaco di Savignano Filippo Giovannini, il vice sindaco di San Costanzo di Pesaro Filippo Sorcinelli, il tenente Francesca Romana Ruberto della Compagnia Carabinieri di Cesenatico e l’avvocato Giovanna Crescentini della Fondazione Cassa di Risparmio di San Marino (Sums) sono state consegnate a Savignano nell’aula magna della Accademia dei Filopatridi, dal presidente Roberto Valducci le “Lom d’or” 2014 a Lorenzo Cappelli ex sindaco di Sarsina, deputato e senatore ed ex presidente della stessa Filopatridi e a Mauro Moretti nato a Rimini e amministratore delegato Finmeccanica. <Mi piace ricordare in questo giorno in cui io ricevo il più ambito premio romagnolo, - ha detto Lorenzo Cappelli - che 60 anni fa Secondo Casadei compose Romagna Mia, canzone simbolo della nostra terra, canzone d’amore della Romagna, dei nostri valori. La stragrande maggioranza dei romagnoli ha una cultura fondata sui valori di galantuomini, persone serie, oneste, coerenti e fedeli alla parola data. Una stretta di mano vale quanto un atto notarile. Questi sono i romagnoli e il premio Lom d’Or, fondato nel 1958 dalla poetessa Bruna Solieri Bondi, fu chiamato così perchè simbolo della lampada di cui parla Giovanni Pascoli nella sua ode, con il verso “Io sono una lampada ch’arda soave”, dove la poesia è simboleggiata in una lampada che illumina le scene e il trascorrere della vita umana più intima, più trepida e più mesta. Quella romagnola>. Felicissimo del premio Lom d’Or Mauro Moretti che ha ricoperto decine di incarichi a livello nazionale e internazionali e oggi amministratore delegato di Finmeccanica. <Dobbiamo ricostruire la nostra storia. Oggi siamo disorientati. Noi abbiamo una cultura prettamente matriarcale. Le grandi decisioni sono state sempre prese dalle donne romagnole, vere, che sanno manifestare forza nei momenti più drammatici, al contrario dell’uomo. La cultura romagnola è fatta sulle parole date e sulla cultura semplice. Io ho una parola sola. Quando dico una cosa, è quella, perchè non data a caso e quindi ha un valore importante. Lo spirito romagnolo può essere di esempio per il futuro. Noi romagnoli siamo in grado di affrontare i problemi di petto, perchè abbiamo una cultura forte>. Il premio, offerto dalla Fondazione della Cassa di Risparmio di San Marino-Sums, consiste nella consegna di una “Lom d’or”, l’antica lumiera a olio tenuta sul camino delle case per illuminare la stanza, riprodotta stilizzata in oro zecchino e collocata su una targa d’argento. Nella stessa mattinata sono state consegnate le borse di studio dedicate all’avvocato Gino Vendemini e destinate a giovani maturati nel 2012-2013. Hanno ricevuto dal comune di Savignano e dall’Ivas industria vernici di San Mauro Pascoli, mille euro a testa Federica Zonzini che ha frequentato il Liceo Scientifico al Marie Curie di Savignano e Agnese Fesani del Rino Molari di Santarcangelo, residenti a Savignano ed entrambe diplomate con 110 e lode.