Utenti online

Abbiamo 43 visitatori e nessun utente online

Giancristofano Amaduzzi
(1740-1792)

Dopo aver compiuto gli studi nel Seminario di Rimini e poi sotto la guida di Giovanni Bianchi (Jano Planco), si portò a Roma ove ben presto fu apprezzato per la sua vastissima cultura: le sue pubblicazioni sull’archeologia, storia, filosofia, lingue antiche e diritto lo collocarono al centro del dibattito culturale del suo tempo; fu socio onorario di tantissime Accademie italiane e straniere.  Dal suo immenso epistolario sappiamo che era in comunicazione con gli studiosi di tutta Europa, in una sorta di comunità culturale che è stata interpretata come l’anticipazione dell’unione europea moderna.  Fu professore di Lingua greca alla Sapienza e Soprintendente alla Stamperia di Propaganda Fide.  La sua cospicua biblioteca fa ora parte del patrimonio della Biblioteca Accademica; particolarmente importante è la raccolta dei suoi manoscritti e del suo epistolario (circa 50 volumi), ancora oggetto di attento studio da parte dei ricercatori.