Utenti online

Abbiamo 29 visitatori e nessun utente online

Giulio Perticari
(1779-1822)

Fu difensore del classicismo e del purismo linguistico.  Molto interessanti sono alcuni suoi saggi critici relativi alle origini della letteratura italiana e della lingua. Fu scrittore pacato ed elegante e nell’opera ‘Degli scrittori del Trecento e de’ loro imitatori sostenne che si dovesse studiare la lingua degli antichi, senza però seguirla pedissequamente (come certo classicismo imperante proponeva).  In un’altra sua opera dal titolo Dell’amor patrio di Dante e del suo libro intorno al volgare eloquio dimostrò che nel pensiero dantesco la lingua italiana non è soltanto quella di Firenze, ma quella di tutte le regioni d’Italia. 

 

 

 

Costanza Monti
(1792-1840)


Moglie di Giulio Perticari, figlia di Vincenzo Monti, anch’essa accademica ed assai nota nei salotti del tempo per la sua bellezza e per la sensibilità artistica. 
Fu poetessa squisita e condivise l’opera e le idee liberali del marito.